• Soggiorno per 2 persone

  • 3 giorni, 2 notti

239,90

Validità 12 mesi dall'acquisto

|

Scopri tutti gli altri pacchetti

Vicenza e il famoso baccalà alla Vicentina - VENETO

Un soggiorno per scoprire Vicenza, la città del Palladio e uno dei suoi prodotti gastronomici più conosciuti.

Il cofanetto comprende:

  • 2 notti in pernottamento e prima colazione in camera doppia
  • 1 Pranzo soft a base di baccalà

Il programma

1° Giorno: VICENZA

Eccoci a Vicenza:

  • Vicenza: sede nel Cinquecento del grande architetto tardo-rinascimentale Andrea Palladio. Del Palladio sono la Basilica Palladiana, il più celebre edificio pubblico affacciato su Piazza dei Signori, il Teatro Olimpico, il primo esempio di teatro stabile coperto d’epoca moderna e fastosi palazzi come il Palazzo Chiericati, oggi pinacoteca e il Palazzo Valmarana (Ingressi a pagamento).

Sistemazione in hotel e pernottamento.

2° Giorno: BASSANO DEL GRAPPA – MAROSTICA

Prima colazione. Ecco cosa vi proponiamo di visitare oggi:

  • Bassano del Grappa: e del ponte sul Brenta, detto Ponte Vecchio, noto anche come ponte degli Alpini essendo il soggetto e il titolo di un canto popolare degli Alpini. Progettato da Andrea Palladio a metà del XVI secolo, venne ricostruito nel XVIII secolo perché travolto da una piena e poi dopo la seconda guerra mondiale quando venne fatto saltare dai partigiani. Conserva ancora la struttura originaria poggiando su quattro piloni di legno di forma triangolare, allineati al flusso d’acqua e ricoperto da un tetto, sostenuto da colonne tuscaniche.
  • Marostica: conosciuta come la “città degli scacchi”, preziosa gemma incastonata ai piedi del colle Pausolino dal quale parte una cinta murata che cinge il grazioso centro storico dove troneggia il maestoso Castello, ora sede del museo dei costumi della manifestazione settembrina, relativa alla partita a scacchi con figure viventi che si svolge ogni 2 anni (anni pari) nel mese di settembre ed ispirata ad un evento del 1454.
  • Asolo: bellissimo paese il cui nome (dal latino asylum, rifugio scelto da chi desidera lenire gli affanni e vivere in pace come accadde a Eleonora Duse, che qui si ritirò, lasciate le scene, a 51 anni) lascia già intuire il fascino del paese “dalle case che parlano”. Potrete passeggiare per il centro storico racchiuso all’interno di mura fortificate che salgono alla fortezza della Rocca con la cattedrale, la Loggia della ragione, il Castello della Regina, ora teatro Duse con la Torre Civica e la più piccola Reta, palazzi quattrocenteschi affrescati e dotati di portici.
  • Museo della Ceramica di Nove: Un viaggio alla scoperta dell’antico mondo della ceramica e della porcellana.

Rientro in hotel e pernottamento.

3° Giorno: VILLE PALLADIANE – RIENTRO

Prima colazione. Non possiamo partire per il rientro senza aver visitato almeno una delle tante ville Palladiane del territorio. Noi qui ve ne suggeriamo due, ma ve ne sono tante altre.

  • Villa La Rotonda: senz’altro la più celebre villa progettata da Andrea Palladio. Ogni facciata è arricchita da un pronao classico che sembra spingersi con forza centrifuga verso il paesaggio circostante, la cupola che domina la costruzione è simbolo rinascimentale di perfezione divina. Per la sua bellezza, la Rotonda è l’edificio Palladiano più noto ed imitato al mondo (N.B. GLI INTERNI DELLA VILLA SONO APERTI SOLO MERCOLEDI’ E IL SABATO).
  • Villa Fracanzan Piovene di Orgiano: una fra le dimore storiche più interessanti del Veneto, edificata nel 1700 da Francesco Muttoni, architetto barocco. Famosa è la cucina, con la collezione di pentole di rame e l’acquaio di marmo rosso che Napoleone voleva portare al Louvre. Le camere con letti a baldacchino, la sala del plebiscito e del biliardo e i grandi saloni e le sale da pranzo testimoniano anche con l’arredamento la storia dei secoli passati.

Pranzo soft degustazione baccalà.