• Soggiorno per 2 persone

  • 3 giorni, 2 notti

199,90

Validità 12 mesi dall'acquisto

|

Scopri tutti gli altri pacchetti

Trieste, Cividale del Friuli e la Costa Istriana - FRIULI VENEZIA GIULIA

Tre giorni dedicati alle meraviglie gastronomiche e culturali del Friuli-Venezia Giulia.

Il cofanetto regala un’esperienza all’interno delle migliori attrazioni del Friuli-Venezia Giulia.
Esso comprende:

  • 2 notti in pernottamento e prima colazione in camera doppia
  • 1 Pranzo soft in ristorante

Il programma

1° Giorno: PARTENZA – TRIESTE

Arrivati in questa bellissima regione, “terra dei contrasti” all’estremità nord-orientale dell’Italia non può certo mancare una visita di Trieste, con la città vecchia, la collina di San Giusto e le rive con la famosa Piazza dell’Unità d’Italia. Potrete passeggiare sul molo Audace, dove il 3 novembre 1918 sbarcarono i bersaglieri a liberare la città concludendo la storia del nostro Risorgimento. Sistemazione in hotel e pernottamento.

2° Giorno: CAPODISTRIA E PIRANO

Colazione in hotel. Ecco cosa vi consigliamo di visitare oggi, oltrepassando il confine e arrivando in Slovenia.

  • Capodistria, principale porto della Slovenia, il centro storico ha conservato il tipico aspetto veneziano con calli, campi, broli, volti, portici e sottoportici; e nei campi, nei cortili, nei giardini, vere da pozzo; e sulle facciate dei palazzi e delle case, stemmi di podestà e delle vecchie famiglie nobili, leoni di San Marco e tutto quanto ricorda la Serenissima, testimoni dell’appartenenza alla Repubblica di Venezia che durò dal 1278 al 1797. Fu per secoli il maggior centro culturale istriano, tanto da essere chiamata l’Atene dell’Istria. La fisionomia autentica della Capodistria di un tempo la si coglie, meglio che altrove, nella Calegaria, la via che, partendo dal sotto portico del Palazzo Pretorio, scende alla Porta Maggiore e al relativo porticciolo e che è da secoli la via del commercio e dell’artigianato, caratterizzata, come le Mercerie di Venezia, dalla presenza di banchi, negozi, botteghe e, soprattutto, di laboratori di calzolai.
  • Pirano, il monumento culturale urbano meglio preservato dell’Istria slovena. Negli anni essa ha mantenuto la sua impostazione medievale delle vie, delle case strette che s’innalzano come su gradini, il contatto con il mare, le numerose piazze e le decine di chiese. La città è stretta dalla medievale cinta muraria che fa di Pirano un membro dell’Associazione europea “Circolo degli amici delle città murate”. Sul colle che sormonta la città s’innalza la chiesa di San Giorgio, protettore di Pirano, da dove si gode di una sorprendente vista su tutta la città, sui suoi dintorni e sulle coste italiane e croate.

Rientro in hotel e pernottamento.

3° Giorno: CIVIDALE DEL FRIULI E RIENTRO

Colazione in hotel. Quest’oggi vi suggeriamo di visitare uno dei Patrimoni Unesco del Friuli Venezia Giulia:

  • Cividale del Friuli, allo sbocco della Valle del Natisone le cui origini risalgono al 50 a.C. quando Giulio Cesare la fondò chiamandola Forum Julii. Tra i numerosi monumenti da segnalare ricordiamo quelli risalenti al periodo in cui Cividale fu la capitale del regno longobardo. Di grande interesse il Duomo, il Tempietto Longobardo e l’Ipogeo Celtico.

Pranzo soft in ristorante.