• Soggiorno per 2 persone

  • 3 giorni, 2 notti

199,90

Validità 12 mesi dall'acquisto

|

Scopri tutti gli altri pacchetti

Il lago di Bolsena e il vino Est!Est!!Est!!! - LAZIO

Scopriamo il Lago di Bolsena e la tradizionale leggenda legata al nome del vino Est!Est!!Est!!!.

Il cofanetto comprende:

  • 2 notti in pernottamento e prima colazione in camera doppia
  • 1 Degustazione in cantina

Il programma

1° Giorno: PARTENZA – LAGO DI BOLSENA

Se arrivate presto, non perdete l’occasione per fare una passeggiata lungo il lago di Bolsena sia essa a piedi o in bicicletta. Sarà davvero un momento rilassante.

Sistemazione in hotel e pernottamento.

2° Giorno: CIVITA DI BAGNOREGIO – MONTEFIASCONE

Colazione in hotel. Ecco cosa vi consigliamo di visitare oggi:

  • Civita di Bagnoregio: esempio di meraviglia unico nel suo genere. Unita al mondo solo da un lungo e stretto ponte (l’ultimo tratto è molto ripido), la “Città che muore”, così chiamata a causa dei lenti franamenti del colle di tufo su cui è adagiata, racchiude un ciuffo di case medioevali ed una popolazione di pochissime famiglie. La cittadina sovrasta imperiosamente l’immensa vallata sottostante, offrendo così al turista un incantevole e indimenticabile scenario.
  • Montefiascone: Posto in cima ad un colle sul fianco del recinto craterico del lago di Bolsena, il borgo domina il panorama circostante con il suo centro storico articolato sui fianchi ripidi e sormontato dalla grandiosa cupola del Duomo rinascimentale. La sua posizione sopraelevata permette da vari punti di osservazione di dominare quasi tutta la Tuscia e di godere di una bellissima vista sia verso Viterbo e i Monti Cimini che verso il lago di Bolsena.

Degustazione in Azienda Vitivinicola

Rientro in hotel e pernottamento.

3° Giorno: VITERBO (O ORVIETO) E RIENTRO

Colazione in hotel. Ecco due visite da non perdere, una per chi deve rientrare verso Nord e la seconda per chi invece verso Sud:

  • Orvieto: cittadina costruita su una rupe isolata e dall’aspetto quasi inaccessibile. Di origine etrusca, l’attuale aspetto di città costruita sul tufo e collegata da mille pozzi e cunicoli scavati nella pietra risale per la maggior parte al periodo comunale, epoca nella quale vennero costruiti i monumenti più insigni e furono gettate le basi per quella straordinaria abilità nel lavorare la ceramica che è ancora una delle caratteristiche degli artigiani della città. Il Duomo di Orvieto è un meraviglioso esempio di architettura romanico-gotico iniziato nel 1290 su volontà di papa Nicolò IV allo scopo di dare una degna collocazione al Corporale del Miracolo di Bolsena; fu poi continuato da Lorenzo Maitani al quale si deve in particolare la mirabile facciata con i suoi eccezionali bassorilievi. Il Duomo è da sempre intitolato alla Madonna Assunta.
  • Viterbo: centro etrusco, posto in una zona pianeggiante lungo la via Cassia. Residenza papale fino al sec. XIV e poi città della Chiesa per eccellenza, conobbe proprio durante il Medioevo un periodo di grande splendore. Il centro storico ha mantenuto pressoché intatte le atmosfere medievali che si ritrovano lungo via San Lorenzo con la torre di Bergognone e la chiesa del Gesù. Interessanti anche la cattedrale, il duecentesco palazzo dei Papi e la chiesa di S. Francesco.